menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Salvatore Laiso

Salvatore Laiso

Malore per il pentito prima del processo, salta la testimonianza

Laiso ha detto di avere una crisi di panico prima dell'udienza alla cellula veneta del clan

Ha lamentato una crisi di panico che non gli avrebbe permesso di testimoniare. Salta, almeno per oggi, l'escussione di Salvatore Laiso, ex affiliato del clan dei Casalesi ed oggi collaboratore di giustizia, che doveva deporre nel processo sulla cellula del clan attiva nella zona di Eraclea, in Veneto.

Laiso, presente in videoconferenza con l'aula bunker del tribunale di Venezia, ha detto di avere in atto una crisi di panico. Un malore che non gli avrebbe consentito di testimoniare contro il gruppo guidato dal boss Luciano Donadio

Nel corso dell'udienza è finito l'esame dei finanzieri del Gico che, nel corso delle indagini, hanno effettuato i sopralluoghi sui luoghi indicati da Vincenzo Vaccaro, l'infiltrato nel clan divenuto poi collaboratore di giustizia. Luoghi, persone, foto di quelle indagini sono state al centro dell'udienza. 

Si torna in aula la prossima settimana. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Giuseppe Brollo, Stellato, Antonio Forza, Stefania Pattarello e Gentilini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento