Cronaca Casal di Principe

Estorsioni dei Casalesi, i 4 esattori si professano innocenti

Gli interrogatori di De Luca, Massaro, Piccirillo e Della Corte

Hanno risposto alle domande del gip professandosi innocenti. Si sono svolti in mattinata gli interrogatori di garanzia di Vincenzo De Luca, alias 'o Nero, Salvatore Massaro, Paolo Piccirillo e Giovanni Della Corte, accusati di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

In particolare, Massaro ha cercato di chiarire la propria posizione spiegando al magistrato che la vittima dell'estorsione - quella da 30mila euro pagabili anche cedendo una Jeep Renegade - gli dovesse dei soldi e che quindi si trattava di una sorta di recupero crediti, svolto insieme a De Luca e Piccirillo, cognato di Massaro (noto in paese come Pissinchino).

Ha risposto alle domande del gip anche Giovanni Della Corte, alias Cucchione, accusato di aver chiesto soldi ad un altro imprenditore. Secondo quanto denunciato dalla vittima Della Corte gli avrebbe chiesto la somma di 1000 euro durante le festività natalizie dopo che era uscito dal carcere trovandosi in ristrettezze economiche.

Alla luce dell'interrogatorio di garanzia i difensori degli indagati valuteranno una possibile istanza al tribunale del Riesame. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Mirella Baldascino, Raffaele Mascia, Alessandro Diana e Ferdinando Letizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni dei Casalesi, i 4 esattori si professano innocenti

CasertaNews è in caricamento