Camorra, tornano liberi 4 "affiliati" del clan Piccolo

Il Riesame ha annullato l'ordinanza di custodia cautelare per Piccolo, De Lise, Caterino e Ricciardi

La decisione del Riesame

Arrivano altre 4 scarcerazioni nell'ambito dell'inchiesta sul clan Piccolo-Letizia di Marcianise e sui nuovi assetti del sodalizio criminale dopo che l'azione della magistratura aveva decimato il clan rivale dei Belforte. 

La decima sezione del tribunale del Riesame, presieduta dal giudice De Tollis, ha annullato l'ordinanza di custodia cautelare, spiccata nei confronti degli indagati dal gip Valeria Montesarchio su richiesta della Dda di Napoli, e disposto la scarcerazione di Salvatore Ricciardi, 36enne di Marcianise difeso dall'avvocato Fabio Della Corte; Francesco Piccolo, 39enne di Casapesenna difeso dall'avvocato Dezio Ferraro; Luigi Caterino, imprenditore di 69 anni di Casal di Principe ritenuto dagli inquirenti come l'ambasciatore dei Piccolo per il ritiro delle estorsioni, difeso dall'avvocato Mirella Baldascino; Pietro De Lise, 48 anni di Marcianise, difeso dall'avvocato Andrea Piccolo

Nei giorni scorsi il Risame aveva annullato l'ordinanza anche per Domenico Perreca, di Recale meglio noto come Mimmo Mucione, difeso dall'avvocato Vittorio Giaquinto; per Gaetano Petruolo, 58 anni di Marcianise, difeso dall'avvocato Renato Jappelli, che ha lasciato il carcere nella tarda serata di venerdì. Tornato in libertà anche Gennaro Scognamiglio, difeso dall'avvocato Massimo Trigari.

Nelle oltre 600 pagine dell'ordinanza di custodia cautelare viene fotografata la faida che ha provocato numerose vittime tra gli anni '90 ed il 2009. Prima la separazione tra il gruppo dei Cutoliani, con i Belforte, ed il gruppo dei Quaqquaroni, alleati alla "Nuova Famiglia" di Antonio Bardellino, fondatore del clan dei Casalesi, e poi la successiva scissione dei Letizia dai Mazzacane, causata dal duplice omicidio di Biagio Letizia e Giovanna Breda, genitori di Primo e Salvatore Letizia passati, poi, nella fazione opposta dei Piccolo. 

Ma non solo sangue ed omicidi. L'inchiesta ha portato alla luce l'evoluzione del gruppo dei Piccolo-Letizia con la transizione dalla fase armata a quella dell'infiltrazione economica con aziende facenti capo al gruppo criminale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento