rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Maddaloni

Campi di calcetto abusivi: 4 dipendenti comunali e 2 imprenditori rischiano il processo

La struttura sportiva irregolare scoperta nell'indagine sull'omicidio di Daniele Panipucci

Quattro dipendenti del comune di Maddaloni e due imprenditori da rinviare a giudizio. E' questa l'idea della Procura della Repubblica di Santa Maria capua Vetere con il pm Damiano che ha formalmente richiesto il rinvio a giudizio per i sei accusati a vario titolo per abusi edilizi, omissione di atti d'ufficio ed abuso d'ufficio.

A rischiare il processo, secondo quanto riferito da Cronache di Caserta, sono il responsabile della polizia municipale Domenico Renga, il maresciallo della municipale Giovanni Diglio, i funzionari dell'ufficio tecnico Michele Della Peruta e Domenico Correra oltre ad Eduardo Esposito e Raffaele De Luca, rispettivamente gestore ed amministratore di una struttura sportiva finita nel mirino.

Si tratta di alcuni campi di calcetto tra via Serao e via Colletta. Impianti finiti anche nell'ordinanza per l'omicidio di Daniele Panipucci a cui i sei indagati sono totalmente estranei. In quel contesto, però, è maturato il sequestro della struttura sportiva realizzata abusivamente dal fratello di uno degli imputati nel processo per omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campi di calcetto abusivi: 4 dipendenti comunali e 2 imprenditori rischiano il processo

CasertaNews è in caricamento