menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La controsoffittatura caduta nella sala 'Bar Spaccio'

La controsoffittatura caduta nella sala 'Bar Spaccio'

Cade la controsoffittatura, paura in carcere I FOTO

La denuncia dei sindacati: "Manutenzione lascia a desiderare"

Cade parte della controsoffittatura nella sala convegno 'bar spaccio' nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. A fare la scoperta mercoledì è stato il personale di polizia penitenziaria : per fortuna nessun danno è stato causato alle persone che a quell’ora di solito si trovano a consumare bevande e cibi presso il locale. 

soffitto caduto bar carcere.JPG2-2

A denunciare il fatto è il sindacalista del Si.P.Pe. (Sindacato Polizia Penitenziaria) Michele Vergale: "Il Carcere di Santa Maria Capua Vetere – commenta Vergale – ha bisogno di una urgente manutenzione in tutti i settori. Nel Penitenziario esiste il servizio M.O.F (Manutenzione ordinaria fabbricati) formato da una piccola squadra di detenuti lavoranti gestiti dal Personale di Polizia Penitenziaria. Come sindacalista – continua – purtroppo devo segnalare diverse lacune: la riparazione di perdite d’acqua, di uno sciacquone, di una serratura, il cambio delle lampadine fulminate, le buche presenti nel parcheggio auto che si trasformano in piccole piscine ogni volta che piove e molte altre cose più importanti come infiltrazioni o perdite d’acqua. Come sindacato non possiamo accettare la pessima gestione del Penitenziario, la Direzione deve utilizzare al meglio le risorse interne ed i fondi per la riparazione delle problematiche. Continueremo a vigilare e a denunciare tutte le anomalie. Con l’occasione ringraziamo pubblicamente il Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria per la Regione Campania, ntonio Fullone che l'8 novembre ha accolto le nostre problematiche esposte".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento