menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cacciatore portato in salvo dai carabinieri

Il cacciatore portato in salvo dai carabinieri

Il Volturno straripa, cacciatore si perde nella vegetazione: salvato dai carabinieri sotto il nubifragio I FOTO

Azione eroica dei militari della Forestale. Con l'uomo c'era anche il cane

Se l'è vista davvero brutta il cacciatore che questa mattina, nonostante l'allerta meteo, si era addentrato nella fitta vegetazione del Matese per una battuta di caccia insieme ad un amico, perdendo l'orientamento a causa del nubifragio che si è abbattuto in zona. L'allarme è scattato poco prima di mezzogiorno, quando ai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Vairano Patenora è giunta una richiesta di intervento per la ricerca e soccorso di un cacciatore smarrito nel comune di Sant’Angelo d’Alife, in località “Le Fontane”. 

Immediatamente si portavano sul posto ove ricevevano notizie ed indicazioni da parte del compagno di caccia della persona dispersa. I militari riuscivano a contattare telefonicamente il 74enne smarrito che chiedeva disperatamente aiuto poiché in quel momento si trovava in un’area completamente allagata a causa dello straripamento del fiume Volturno e delle fortissime piogge che imperversavano in quel momento, oltre alla fittissima vegetazione che gli impedivano di orientarsi.

salvataggio cacciatore fiume volturno-2

Pertanto dopo averlo rassicurato della loro presenza, i Carabinieri Forestale si attivavano immediatamente per iniziare le ricerche. Dopo circa un’ora di camminamento sotto un incessante temporale, in una zona completamente allagata ed impervia per la presenza di rovi e di vegetazione ripariale fittissima, mettendo a repentaglio anche la loro personale incolumità, i militari ritrovavano il disperso che con il suo cane si erano rifugiati in una piccola zona rimasta al di sopra del livello delle acque a pochissimi metri dal fiume Volturno.

Dopo averlo tranquillizzato in quanto fortemente provato, completamente bagnato e dopo essersi rassicurati del suo stato di salute, lo aiutavano a raggiungere una zona sicura. Dopodichè facevano rientro verso le altre pattuglie dei Carabinieri che stavano stazionando in zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linea bloccata sulla Roma-Napoli, centinaia di pendolari "appiedati"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento