Botti di Capodanno, Domenico non ce l'ha fatta. Il 25enne morto in ospedale

Il ragazzo era rimasto ferito in seguito all'esplosione di una vera e propria bomba al Parco Primavera

Domenico Di Giacomo e i danni dopo l'esplosione

Non ce l'ha fatta Domenico Di Giacomo, il 25enne di Caserta rimasto ferito in seguito ad una forte esplosione provocata dai botti la sera di Capodanno. Troppo gravi le ustioni riportate. Di Giacomo è morto in ospedale dove si trovava ricoverato in prognosi riservata da poco dopo la mezzanotte del nuovo anno.

Secondo quanto accertato dai carabinieri, che indagano sul caso, Di Giacomo, insieme a due fratelli, intorno alla mezzanotte e mezza, quando le esplosioni dei botti sembravano diminuire, hanno ammassato a mo’ di piramide numerosi petardi per ottenere una grossa e rumorosa deflagrazione, sono rimasti feriti nell’onda d’urto, e sono così finiti in ospedale in gravi condizioni. Il 25enne era il più grave dei tre. Si attendeva il trapianto di pelle ma purtroppo il suo cuore ha smesso di battere. 

Con il decesso del giovane cambia anche l'ipotesi di reato formulata dalla Procura che passa da lesioni ad omicidio colposo. Indagini sono tuttora in corso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento