Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Botte ai genitori per il finanziamento della Bmw: condannato

Per costringerli a sottoscrivere i prestito per la rateizzazione ha tentato di strangolare la madre

La violenza scatenata contro i genitori

Quattro anni. Questa la sentenza pronunciata dal giudice di Santa Maria Capua Vetere, all'esito del giudizio con abbreviato, nei confronti di G.D.S., 43 anni di San Nicola la Strada, accusato di un tentativo di estorsione nei confronti dei genitori. 

Il pm aveva invocato una pena ben più severa: ben 7 anni di carcere per l'uomo. Ma il giudice ha valutato positivamente le argomentazioni sostenute dalla difesa, rappresentata dall'avvocato Daniele Delle Femmine, pronunciando una condanna più lieve rispetto alle richieste della Procura. 

I fatti si sono verificati lo scorso mese di novembre quando il 43enne aggredì i genitori per costringerli a sottoscrivere il finanziamento per l'acquisto di una Bmw. Al rifiuto era scattata la violenza con l'uomo che arrivò a mettere le mani al collo alla madre 65enne. 

Dalla denuncia dei due genitori emerse, poi, uno spaccato inquietante fatto di vessazioni e violenze domestiche. Per placare le ire del 43enne i genitori erano costretti a versargli una 'paghetta' da 500 euro mensili e se si rifiutavano erano botte: pugni, schiaffi, calci. Fino all'arresto del figlio violento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte ai genitori per il finanziamento della Bmw: condannato

CasertaNews è in caricamento