rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Marcianise

Chiuse le indagini per il boss e la moglie per la piscina abusiva

La scoperta dopo la confisca del bene a Belforte e consorte

Un boss e la moglie sono attesi in tribunale a Santa Maria Capua Vetere per una piscina abusiva scoperta nella loro villa confiscata due anni fa dalla Dda di Napoli. Lo riporta l'AdnKronos. Salvatore Belforte di Marcianise, ergastolano detenuto al carcere di Secondigliano e la moglie Concetta Zarrillo, detenuta a Parma, prossima alla scarcerazione per fine pena, devono rispondere di abuso edilizio dinanzi al giudice Carmelengo per la costruzione di una piscina hollywoodiana nella villa di via Grosseto a Marcianise costruita senza alcun permesso edilizio. L'abusivismo edilizio è stato scoperto proprio dopo la confisca del bene.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuse le indagini per il boss e la moglie per la piscina abusiva

CasertaNews è in caricamento