Bombe nella cassapanca, condanna definitiva per 70enne

I carabinieri rinvennero oltre 12 chili di esplosivo a casa dell'uomo

Le bombe rinvenute nella cassapanca

Aveva 14 bombe da mortaio e 54 ordigni nella cassapanca di casa oltre ad un'altra bomba custodita nella sua autovettura. Divente definitiva la condanna per G.D.F., bombarolo 70enne di San Marcellino. La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il suo ricorso.

Il legale dell'uomo, nell'impugnare la sentenza pronunciata di condanna pronunciata dalla Corte d'Appello di Napoli, aveva sostenuto che il materiale "non era dotato di intrinseca potenzialità tale da renderlo micidiale", trattandosi di fuochi d'artificio. 

Secondo i carabinieri, invece, la cui perizia è stata valutata positivamente dai giudici " caso di accidentale accensione avrebbe portato ad una deflagrazione con effetti distruttivi, potenzialmente pericolosi per gli occupanti dell'abitazione". Nel corso dell'accertamento i militari rinvennero circa 12 kili di esplosivo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento