menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ordigno ritrovato dai tecnici dell'Enel

L'ordigno ritrovato dai tecnici dell'Enel

Trovata una bomba sepolta vicino al caseificio

I tecnici dell'Enel stavano effettuando un intervento ai cavi quando si sono imbattuti nell'ordigno

Ritrovata a Santa Maria a Cubito, a Villa Literno, una bomba da mortaio lunga 50 centimetri sotterrata a mezzo metro di profondità. A rinvenirla, poco dopo le 15, sono stati alcuni tecnici dell'energia elettrica impegnati in un intervento nei pressi del Caseificio Santa Rita.

I tecnici erano intenti ad effettuare dei lavori di manutenzione di alcuni fili dell'alta tensione quando si sono imbattuti nel residuato bellico risalente al secondo conflitto mondiale. Il personale dell'Enel ha allertato gli uomini del commissariato di Casapesenna che, coadiuvati dai colleghi del commissariato di Aversa, hanno delimitato la zona, presidiandola. Si attende l'arrivo del nucleo artificieri della Polizia di Stato provenienti da Napoli ed il reparto speciale del Genio Civile dell'Esercito. L'ordigno dopo attenta valutazione dei reparti speciali verrà fatto brillare o in loco oppure sarà prelevato e fatto brillare altrove.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento