Cronaca

Bomba contro un negozio, l'ombra della camorra

Si teme che qualche gruppo criminale stia cercando di riorganizzarsi. Nelle prossime ore sarà ascoltato il commerciante. Si cercano anche le immagini delle telecamere

Sarà ascoltato nelle prossime ore dai carabinieri della compagnia di Maddaloni guidati dal capitano Stefano Scollato il proprietario del negozio che è stato preso di mira nella notte tra venerdì e sabato a Santa Maria a Vico. Il locale che era stato preso dal commerciante di Santa Maria a Vico che stava effettuando dei lavori all’interno è stato danneggiato da un ordigno che è stato piazzato poco dopo la mezzanotte che ha avuto una deflagrazione fortissima, che ha svegliato non solo i residenti del palazzo ma anche tante persone che vivono sulla Nazionale Appia. La bomba sembra essere il chiaro messaggio intimidatorio dal sapore camorristico, ma questo dovrà essere chiarito dalle indagini. Intanto gli inquirenti stanno verificando se le telecamere presenti in zona hanno immortalato qualcuno in zona nei minuti immediatamente prima e dopo la deflagrazione. La paura è che qualche clan della zona stia cercando di riorganizzarsi e che questo sia stato un segnale lanciato a chi non abbia voluto cedere alle richieste avanzate. Solo una ipotesi al momento, che dovrà essere però suffragata dalle indagini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba contro un negozio, l'ombra della camorra

CasertaNews è in caricamento