Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus, quasi la metà dei pazienti campani positivi vive nel casertano

In tutta la regione ci sono ancora 252 persone contagiate; 114 monitorate in Terra di Lavoro

Quasi la metà dei pazienti campani ancora monitorati per il coronavirus vive in provincia di Caserta. Delle 252 persone attualmente positive, infatti, ben 114 sono residenti in Terra di Lavoro: 90 a Mondragone, 4 a Falciano del Massico, 4 a Sessa Aurunca, 3 a San Nicola la Strada, 3 a Recale, 3 a Carinola, 2 a Casapulla, 1 a Marcianise, 1 a Giano Vetusto, 1 a Dragoni, 1 a Lusciano, 1 a Rocca d’Evandro.

I dati resi noti dall’Unità di Crisi della Regione Campania nelle 24 ore parlano di un ritorno a ‘zero contagi’, ma il bollettino non è stato aggiornato col nuovo caso che è stato ufficializzato dal sindaco di Casapulla Renzo Lillo in giornata. Il dato importante, però, è che dei pazienti ancora positivi, solo uno è ricoverato in Terapia intensiva, altri 16 in ospedale mentre la maggior parte sono in isolamento domiciliare. Fatto che testimonia come le loro condizioni di salute non siano preoccupanti al punto da chiedere un costante controllo medico in una struttura sanitaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, quasi la metà dei pazienti campani positivi vive nel casertano

CasertaNews è in caricamento