Nel casertano si torna a morire e c'è un nuovo picco di contagi per Covid-19

I dati del report dell'Asl Caserta: la percentuale sale al 4,62%

Mentre Vincenzo De Luca paventa l’ipotesi di un nuovo lockdown, mostrando preoccupazione per la seconda ondata dei contagi del coronavirus, il report dell’Asl di Caserta ufficializza altri 35 casi di positività anche in Terra di Lavoro, con una percentuali di contagi sui tamponi processati (757) che arriva al 4,62% (più alta anche del dato regionale). Purtroppo, in provincia, si contano anche due nuovi decessi a Teverola e Castel Volturno

I nuovi casi riguardano residenti ad Aversa (2), Casagiove (2), Casaluce (5), Caserta (3), Castel Volturno (1), Gallo Matese (1), Gioia Sannitica (1), Lusciano (1), Marcianise (3), Orta di Atella (1), Pietramelara (1), Portico di Caserta (1), Recale (2), San Cipriano d’Aversa (1), Succivo (1), Teano (1), Teverola (1) e Villa Literno (2).

Cresce anche il numero dei guariti che diventano 928 grazie alle nuove 19 persone che hanno sconfitto il virus dopo i risultati del doppio tampone di riscontro. I positivi attuali aumento di 15 unità: ad oggi restano 697 pazienti monitorati a casa dai Team Covid ed in ospedale. Scendono le persone in quarantena (948, meno 54 rispetto a 24 ore fa).

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento