rotate-mobile
Cronaca Gricignano di Aversa

Spari nel centro di accoglienza, bufera dopo il servizio in tv de 'Le Iene'

Testimone accusa Della Gatta: "Gli ha sparato mentre era ferito a terra"

Farà sicuramente discutere il servizio de ‘Le Iene’ andato in onda martedì sera sul caso di Bobb Alagiee, il 19enne gambiano raggiunto da un colpo di pistola sparato dall’imprenditore Carmine Della Gatta, socio di un centro di accoglienza per migranti a Gricignano di Aversa.

Il ragazzo è ancora ricoverato presso l’ospedale ‘Cardarelli’ di Napoli ed è stato raggiunto dall’inviato Giulio Golia, che ha cercato di ricostruire quanto accaduto lo scorso 10 novembre. Lo ha fatto ascoltando alcuni testimoni oculari, che hanno accusato pesantemente Della Gatta, attualmente agli arresti domiciliari. Secondo un testimone, infatti, Della Gatta sarebbe arrivato nel centro dopo la segnalazione di un incendio, provocato proprio dal 19enne per protestare contro le condizioni in cui versavano gli ospiti.

Giunto sul posto l’imprenditore avrebbe raggiunto Bobb armato di pistola, prima colpendolo col calcio dell’arma, e poi sparando un colpo nella bocca del 19enne, il tutto senza alcuna aggressione da parte del migrante. Poi, sempre secondo il racconto del testimone, avrebbe sparato un secondo colpo indirizzato alla testa mentre Bobb era già a terra, mancandolo di poco. Una circostanza, questa, confermata dal ritrovamento di una ogiva sull’asfalto.

La pensano diversamente però i cittadini di Gricignano. Un operatore del centro ha spiegato a Golia che “Bobb non era una brava persona, ci ha anche minacciato con una pietra”. Alcuni cittadini invece, a muso duro hanno affermato davanti alle telecamere che “il negro è un terrorista”, e che lo avrebbero ammazzato in tale circostanza.

L’inviato della trasmissione ha parlato anche col sindaco Andrea Moretti e col vicesindaco Andrea Aquilante, che nei giorni scorsi avevano rilasciato dichiarazioni controverse sul caso, difendendo il loro concittadino. Parole sostanzialmente confermata dal vicesindaco Andrea Aquilante: “Carmine ha sbagliato, ma Bobb non è un bravo ragazzo, si lamentava continuamente”.

Diverso invece l’atteggiamento del sindaco, Andrea Moretti: “Non è vero che non abbiamo espresso solidarietà a Bobb – ha spiegato a Giulio Golia – Ma non potevamo non difendere un nostro concittadino. Sicuramente ha sbagliato, ma ci sono situazioni particolari in cui può succedere di tutto. Anche Della Gatta è una vittima di questa vicenda”. Posto però di fronte alla possibilità che l’imprenditore abbia sparato al 19enne mentre quest’ultimo era già gravemente ferito, a terra, il sindaco ha condannato l’imprenditore: “Se lo ha sparato mentre era a terra è ancora più grave, si è comportato da delinquente”.

CLICCA QUI PER VEDERE IL SERVIZIO DE 'LE IENE'

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari nel centro di accoglienza, bufera dopo il servizio in tv de 'Le Iene'

CasertaNews è in caricamento