Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Il blocco autostradale lascia i bambini senza pranzo

La protesta dei mercatali si sblocca nel pomeriggio: convocato nuovo vertice con il viceministro

Replay. Mercatali a Roma (di nuovo) dopo il blocco 'bis' dell'autostrada per quasi l'intera giornata di oggi. Dopo la protesta di lunedì davanti alla Prefettura oggi era in programma una nuova manifestazione, promossa tra gli altri, dall'Ana Ugl con una lenta carovana sull'autostrada, dall'uscita di Caserta Sud a Santa Maria Capua Vetere e ritorno. 

Blocco non previsto: protesta sfuggita di mano

La situazione, però, è sfuggita di mano con un nuovo blocco dell'autostrada tra Caserta Sud e Caserta Nord ed una nuova paralisi del traffico autostradale durata fino alle 16,30 circa. "Volevamo andare a Santa Maria Capua Vetere e tornare. Lentamente ma senza blocchi. Poi c'è stato qualche furgone che ha bloccato tutto", spiega il responsabile dell'Ana Ugl provinciale Giuseppe Magliocca

Vertice 'bis' con il viceministro

Comunque, decisiva per sbloccare la situazione è stata la mediazione del Prefetto Raffaele Ruberto con un nuovo vertice a Roma, in programma per mercoledì, con il viceministro Gilberto Pichetto Fratin ed al quale prenderanno parte il responsabile Ana della provincia di Caserta Magliocca, quello di San Giuseppe Vesuviano Salvatore Ranieri e quello nazionale Marico Rosato. La scorsa settimana Pichetto Fratin aveva avuto un colloquio con i protagonisti del precedente blocco autostradale. "Chiederemo al viceministro di poter lavorare e ristori adeguati - spiega Magliocca - Con l'attuale decreto ristori molti di noi non rientrano". Sul tavolo anche una modifica al Dl "per essere inclusi anche noi che facciamo attività nei mercati all'aperto". Intanto, "chiediamo scusa ai cittadini per il disagio e ringraziamo la polizia", conclude Magliocca. 

Bambini senza pranzo per la protesta

Ma la protesta dei mercatali in autostrada non ha avuto ripercussioni solo sul traffico. A Cesa i bambini della scuola materna "Angeli di San Giuliano" sono stati lasciati senza pranzo per la mancata consegna dei pasti per la refezione. "E’ quanto ci ha comunicato ufficialmente la ditta che svolge il servizio mensa – spiega l’assessore Villano – alle ore 11.40 il responsabile della consegna dei pasti della ditta ha trovato un blocco sull’autostrada A30 direzione Caserta, subito dopo l’uscita di Nola, a causa della manifestazione di protesta dei mercatali. Di tale manifestazione tutti i mass media ne hanno dato notizia. La ditta ha comunicato alla 11.50 circa, via pec, che vi sarebbe stato un ritardo nella consegna dei pasti. Abbiamo atteso che la situazione si sbloccasse. Dopo più di un’ora di attesa, quando abbiamo verificato che il ritardo accumulato era troppo, è stata contatta la ditta ed è stato indicato di non consegnare più pasti. Dopo di che gli insegnanti hanno avvertito i genitori. Ci scusiamo con le famiglie e con il corpo docente – aggiunge Villano – per il disagio, ma come si è potuto constatare il blocco autostradale è durato diverse ore, paralizzando la circolazione. E’ stata una situazione che non è dipesa di certo dall’Amministrazione Comunale che, con gli uffici competenti, provvederà, sulla base del contratto stipulato, ad applicare le dovute sanzioni alla ditta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il blocco autostradale lascia i bambini senza pranzo

CasertaNews è in caricamento