rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Carinola

Maxi operazione antidroga nel carcere: sequestrati 15 cellulari e l'hashish

150 agenti della Polizia Penitenziaria impegnati sin dalle prime luci dell'alba

Una massiccia operazione antidroga è stata messa in atto nel carcere casertano di Carinola, con 150 agenti della Polizia Penitenziaria impegnati sin dalle prime luci dell'alba. L'azione coinvolgeva sia il personale presente nell'istituto carcerario che unità provenienti dal Prap e dai nuclei provinciali, con il prezioso supporto delle unità cinofile del nucleo regionale.

Il risultato della operazione è stato il sequestro di quindici telefoni cellulari, compresi smartphone e microcellulari, corredati da relative SIM e caricabatterie. Ma il vero colpo di scena è arrivato grazie ai cani antidroga Spike e Susy, veri e propri esperti nel fiuto di sostanze stupefacenti.

Susy, del distaccamento di Benevento, ha individuato due involucri di hashish in due celle diverse. Spike, invece, appartenente al distaccamento di Avellino, ha svelato la presenza di diversi quantitativi di hashish nascosti nelle parti intime e addirittura nella bocca dei detenuti, distribuiti in quattro celle differenti.

Le dichiarazioni di Giuseppe Moretti, presidente dell'Uspp, e Ciro Auricchio, segretario regionale dell'Uspp, hanno sottolineato l'importanza dell'operazione, ma hanno anche posto l'attenzione sulle esigenze della Polizia Penitenziaria. "Complimenti per la brillante operazione, ma ricordiamo che bisogna dotare la penitenziaria di strumenti tecnologicamente avanzati come gli inibitori di segnale per garantire maggiore sicurezza per gli istituti di pena", hanno commentato.

I rappresentanti sindacali hanno poi ribadito la necessità di incrementare le risorse umane, evidenziando che a Carinola mancano ben 70 agenti. Hanno sottolineato che, nonostante gli sforzi, mantenere l'ordine e la sicurezza all'interno del carcere richiede un impegno considerevole. L'operazione ha sottolineato la sfida costante che le autorità carcerarie affrontano nel contrastare i tentativi di introduzione di cellulari e droga nelle strutture detentive, evidenziando la necessità di una risposta integrata e supportata da risorse adeguate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi operazione antidroga nel carcere: sequestrati 15 cellulari e l'hashish

CasertaNews è in caricamento