rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Gricignano di Aversa

Biodigestore, il ricorso di Ambyenta è "inammissibile". Il Tar lo boccia

La società aveva impugnato il diniego del Consorzio Asi Caserta

Ricorso inammissibile. I giudici del Tar Campania (Seconda sezione) hanno definitivamente bocciato l’istanza presentata dalla società Ambyenta Campania S.p.A. sul provvedimento adottato dal Comitato direttivo del Consorzio Asi Caserta, presieduto da Raffaella Pignetti, che aveva rigettato la richiesta di assegnazione di un lotto di terreno nel comune di Gricignano di Aversa per la realizzazione di un opificio da destinare alla realizzazione di un “impianto di produzione di biometano da F.O.R.S.U.”. Nei giorni scorsi era stata respinta anche la richiesta di sospensiva.

I giudici amministrativi hanno ritenuto di non dover accogliere la richiesta della società “atteso che risulta impugnato un mero atto endoprocedimentale privo di immediata lesività”. La società, infatti, aveva impugnato il diniego della richiesta di assegnazione del suolo disposto dal Consorzio A.S.I. di Caserta, presieduto da Raffaella Pignetti, nell’ambito della specifica Conferenza dei servizi indetta dalla Regione Campania, a cui tutte le amministrazioni e gli enti interessati sono tenuti a partecipare per l’eventuale rilascio del provvedimento di VIA e dei titoli abilitativi necessari alla realizzazione e all’esercizio del progetto richiesto. Una conferenza di servizi che è ancora in corso di svolgimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biodigestore, il ricorso di Ambyenta è "inammissibile". Il Tar lo boccia

CasertaNews è in caricamento