rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

La morte di Gerardina: la relazione del perito e lo scontro sul video di Whatsapp

L’ingegnere Boccia ha confermato la correttezza dell’iter. La difesa ha emergere una dissonanza delle scelte

L’iter amministrativo seguito dalla dirigente scolastica e dalla responsabile della sicurezza dell’istituto professionale “Righi” di Santa Maria Capua Vetere è stato quello previsto dalla normativa. E’ quanto ha dichiarato, nel corso dell’ultima udienza, il perito incaricato dal giudice De Santis del tribunale di Santa Maria Capua Vetere di verificare se la preside Alfonsina Corvino di Casal di Principe ed Annamaria De Stadio avessero seguito tutta la procedura per la sicurezza delle dipendenti dell’istituto. Le due donne sono finite sotto processo per la morte di Gerardina Palla, la 52enne, collaboratrice scolastica, deceduta dopo dopo essere caduta dalla finestra dell’istituto professionale “Righi”. L’ingegnere Boccia ha evidenziato come il percorso che era stato individuato dalla dirigente scolastica e dalla responsabile della sicurezza era corretto e che tutta la documentazione era a posto, compresi i corsi di aggiornamento sulle regole della sicurezza sul lavoro. Le parti civili hanno provato ad evidenziare alcune dissonanze relative alla scelta di scegliere come “controllori” gli stessi colleghi della Palla, evidenziando come il video fatto girare in un gruppo WhatsApp, in cui si vedeva la collaboratrice intenta a pulire le vetrate (proprio quello che stava facendo prima del drammatico incidente che le è costato la vita) dimostrasse una scarsa attitudine a prevenire le situazioni pericolose. L’udienza è stata poi aggiornata a maggio per le ultime discussioni del processo. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Gallo e Naso; le parti civili, invece, sono rappresentate da Domenico Pigrini, Giuseppe Cipullo e Natalina Mastellone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte di Gerardina: la relazione del perito e lo scontro sul video di Whatsapp

CasertaNews è in caricamento