Torna libero il fratello del boss Belforte

Accolta l’istanza del difensore: Benito era stato condannato per estorsione

Il capoclan Domenico Belforte

Torna libero, con 8 mesi di anticipo rispetto alla fine della pena, Benito Belforte, fratello del boss dell’omonimo clan di Marcianise Domenico. L’uomo, 48 anni, era stato condannato, con sentenza definitiva della Cassazione, per l’estorsione ai danni di una ditta di pompe funebri di Marcianise al cui titolare aveva chiesto soldi per sostenere la famiglia, decimata dagli arresti della Dda. Benito Belforte era stato condannato insieme al nipote Salvatore, figlio di Domenico. Da oggi, però, è un uomo libero: è stata infatti accolta l’istanza presentata dall’avvocato Nicola Musone al magistrato di sorveglianza che ha disposto la sua scarcerazione che gli permetterà di lasciare il carcere di Larino dove era detenuto e tornare a casa da uomo libero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • Una settimana tra pioggia ed afa: ecco le previsioni nel casertano

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Movida violenta a Caserta: 2 risse e 3 ragazzini feriti

  • Coronavirus, 26 nuovi casi certificati in 16 comuni casertani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento