Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Maddaloni

Belforte ancora operativi: ecco chi è il nuovo capoclan

Per la Cassazione il sodalizio non è morto grazie alla frangia maddalonese. Prorogato il carcere duro per Piccolo

Il clan Belforte non è morto, anzi. Ha un nuovo capo. Si tratta di Antonio Esposito, alias 'o Sapunaro, di Maddaloni. Emerge da una sentenza della Corte di Cassazione che ha respinto il ricorso presentato da Gaetano Piccolo, detto Ceneraiuolo, che si è visto prorogare di due anni il regime di carcere duro dal Ministero della Giustizia, con la Suprema Corte che ha validato il provvedimento. 

I legali di Piccolo, gli avvocati Mariano Omarto ed Angelo Raucci, hanno ribadito tra i motivi di ricorso che il clan Belforte, dopo il pentimento di alcuni suoi elementi fondatori (tra cui Salvatore Belforte e Bruno Buttone), avrebbe cessato la sua operatività. Ma per i giudici della Suprema Corte la consorteria marcianisana avrebbe spostato il suo asse su Maddaloni mettendo a capo Antonio Esposito "già referente maddalonese del clan Belforte".

Piccolo, storico elemento di vertice dei Belforte, sarebbe, dunque, capace di riprendere contatti e collegamenti "con un territorio in cui erano mutati gli assetti criminali" con il suo ruolo interno ai Mazzacane che non sarebbe "immutato e per più versi immutato". Per questo la Cassazione ha respinto il ricorso confermando la proroga del 41 bis per due anni emessa dal Ministero della Giustizia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belforte ancora operativi: ecco chi è il nuovo capoclan

CasertaNews è in caricamento