menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Beccati a rubare gasolio nel cantiere dell'alta velocità, fermati dai carabinieri

E' scattato un arresto e 3 denunce: sono tutti domiciliati in provincia di Caserta

Un arresto e tre denunce. Alcuni malviventi hanno tentato di portare via il gasolio dai mezzi del cantiere dell’alta velocità ferroviaria Napoli-Bari, ma sono stati scoperti e bloccati. L’episodio è avvenuto in località Cantinelle, a Sant’Agata de’ Goti. Un gruppo di malviventi, composto da due uomini e due donne, sono stati notati dai vigilantes della ‘Cosmopol’ che stavano effettuando un giro di controllo all’interno dell’area. Scattato l’allarme gli addetti alla sicurezza insieme ai militari della Stazione Carabinieri di Sant’Agata de’ Goti e dell’Aliquota Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Montesarchio, intervenuti sul posto hanno sorpreso i quattro soggetti uno su di un trattore stradale sul quale erano stati caricati circa 300 litri di gasolio asportati poco prima dai mezzi meccanici presenti nel cantiere e gli altri tre, tutti stranieri, che si trovavano all’interno di un’Audi A4 posta nelle immediate vicinanze.

I militari, dopo aver verificato che effettivamente il gasolio era stato prelevato tramite un tubo di plastica e che i serbatoi di alcuni mezzi meccanici erano privi di tappi di chiusura, hanno tratto in arresto per furto aggravato e danneggiamento il 45enne originario della provincia di Napoli, già gravato da precedenti dello stesso genere e deferivano in stato di libertà per concorso in furto i tre cittadini stranieri, tutti domiciliati in provincia di Caserta e rispettivamente: una ragazza di nazionalità bulgara di anni 20, un 22enne albanese e una 23enne ucraina. L’arrestato, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato trattenuto nella camera di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo da celebrarsi presso il Tribunale di Benevento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento