rotate-mobile
Cronaca Piedimonte Matese

Il Comune ci riprova, ma il bar Penza vince la seconda battaglia al Tar

Nuovo provvedimento di rimozione di tavolini e sedie. I giudici sospendono anche questo

Il presidente della Settima sezione del tribunale amministrativo della Campania ha sospeso l’efficacia del provvedimento firmato dal dirigente del settore Tributi Antonio Consola che, l’ 8 giugno, ha firmato un nuovo atto di ““immediata rimozione delle sedie, dei tavoli e degli ombrelloni installati” dai titolare del Bar Penza di Piedimonte Matese.

Un provvedimento che seguiva quello già impugnato (e sospeso) a maggio, che è stato poi revocato dagli uffici comunali. Ma, la sorpresa è questa, è stato ‘rigenerato’ dopo poche ore, con un altro provvedimento di rimozione. Tant’è che a metà giugno si sarebbe dovuto discutere, nel merito, del primo ricorso, ma, adesso, dopo la presentazione dei motivi aggiunti da parte dell’avvocato Mariolina Bisceglia, l’udienza è stata fissata a luglio.

Il legale, opponendosi al provvedimento degli uffici comunali, ha sottolineato: “Non si può fare a meno di evidenziare il chiaro “fumus persecutionis ad personam” dei provvedimenti finora impugnati in questa vicenda. Infatti è piuttosto singolare che ad una settimana dalla Camera di Consiglio per decidere della chiara illegittimità del provvedimento prot. 9201 del 12/05/2022, il Comune di Piedimonte Matese lo revoca, con il pretesto dell’entrata in vigore di un nuovo regolamento che è riferito alla disciplina dei Dehors e non a quella dei tavolini e sedie fuori dei bar, e contestualmente adotta il provvedimento impugnato senza alcun avvio del procedimento e nonostante la formazione del silenzio assenso”. E per dare forza al suo ragionamento normativo, l’avvocato riporta nel ricorso le dichiarazioni dello stesso sindaco Vittorio Civitillo che, nel consiglio comunale per l’approvazione del regolamento Dehors, ha sottolineato come lo stesso non fosse riferibile all’occupazione di spazi pubblici con sedie e tavolini.

Sospesa l’efficacia del provvedimento, ora la partita si sosta nel merito: appuntamento in tribunale fissato per il 12 luglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune ci riprova, ma il bar Penza vince la seconda battaglia al Tar

CasertaNews è in caricamento