Bar abusivo, il Comune ordina la chiusura

Il titolare, un 55enne napoletano, ha aperto l'attività in assenza di una regolare Scia

(foto di repertorio)

Continua la lotta all'abusivismo nel comune di Castel Volturno. Questa volta a finire nei guai è G.N., 55enne napoletano titolare di un bar sito nella seconda traversa di via Fiumitiello, località Mezzagni.

Il 55enne, infatti, è ritenuto responsabile dell'apertura dell'esercizio di pubblica somministrazione in assenza di una regolare Scia (segnalazione certificata di inizio attività). E' quanto emerge da un'ordinanza firmata dal responsabile comunale del Suap (Sportello unico per le attività produttive), Luigi Cassandra, il quale ha disposto la chiusura immediata del bar aperto abusivamente.

"La Scia, oltre a non essere stata trasmessa telematicamente a mezzo pec al Suap, risulta mancante di tutta la documentazione necessaria per iniziare l’attività di somministrazione di alimenti e bevande e comprovante la conformità e il rispetto delle norme in materia urbanistica, sanitaria e professionale", si legge nell'ordinanza firmata da Luigi Cassandra, che qualora non venga osservata dal 55enne titolare del bar, il Comune procederà alla chiusura coatta dell'esercizio pubblico attraverso l'apposizione di sigilli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento