Cronaca San Tammaro

Bambino morto dopo operazione alle tonsille, chiesta la condanna di 2 medici

Il processo in Appello. In primo grado furono assolti. Si attende la sentenza

Il procuratore generale ha chiesto la condanna ad un anno di carcere per i due medici casertani Donato Negro e Nicola Mirra finiti sotto processo per la morte di Mario Palla, il bambino di anni di San Tammaro deceduto in seguito a complicazioni sopravvenute in seguito ad un'operazione alle tonsille.

Il dibattimento tra le parti si è chiuso tutto in giornata davanti alla Prima Sezione della Corte d'Appello di Napoli. Hanno discusso anche l’avvocato Natalina Mastellone, costituitasi parte civile per la famiglia del bambino, ed i difensori Giuseppe Stellato ed Antonio Mirra per i due imputati.

I due medici sono accusati di aver effettuato l'operazione, sconsigliata dal pediatra, il 27 giugno del 2013 e di aver dimesso il piccolo Mario nonostante la febbre, manifestatasi appena dopo l'intervento e perdurata durante tutto il ricovero, con temperature oscillanti tra i 38 e 40 gradi, unitamente a dolore all'orecchio, ed omettendolo, all'atto delle dimissioni di Palla, di fornire ai familiari, per iscritto, le indicazioni terapeutiche, le regole di raccomandazioni e profilassi e la segnalazione dei cosiddetti “eventi sentinella”.

In primo grado il processo si era chiuso con l’assoluzione dei due medici della clinica Villa del Sole dopo la richiesta di condanna ad un anno di carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino morto dopo operazione alle tonsille, chiesta la condanna di 2 medici

CasertaNews è in caricamento