Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Casapulla

Bambini picchiati all'asilo: "Piangono ancora e hanno incubi. Condanna esemplare per le maestre"

Durissime le posizioni dei legali delle parti civili: "Bambini traditi da chi doveva prendersi cura di loro: pena massima per le imputate"

"C'era crudeltà nei loro gesti, le loro condotte non sono giustificabili per via dello stress". "C'era ferocia mentre si accanivano sui bambini dove il più piccolo aveva 2 anni e mezzo". "Nessuna di loro si è sottratta a tali barbarie nei confronti dei minori, potevano andare via o denunciare ed invece sono rimaste lì e si sono rese partecipi delle terribili condotte contestate loro". È stato questo il filo conduttore delle discussioni dei legali dei 44 genitori dei 29 bambini che si sono costituiti parte civile nel processo con rito abbreviato, celebrato dinanzi al gup Pasquale D'Angelo del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, a carico delle tre insegnanti dell'istituto scolastico 'Piccole Pesti' accusate di maltrattamenti nei confronti dei piccoli alunni loro affidati.

"I bambini sono stati traditi da chi doveva prendersi cura di loro" hanno evidenziato i legali "le azioni delle tre insegnanti hanno provocato segni profondi, traumi psicofisici non solo nei più piccoli ma anche nei genitori". La richiesta unanime dei legali delle parti civili Vincenzo Russo, Gennaro Papale, Luigi Tecchia, Francesco Fabozzi, Domenico Pigrini, Giuseppe Ferrucci, Annamaria Miranda, Emilio Vincenzo, Bruno Moscatiello è stata quella della condanna al massimo della pena oltre al risarcimento del danno.

Una pena "che dovrebbe essere esemplare per la collettività che dovrebbe fare da monito per condotte così inumane e riprovevoli compiute in danno delle piccole vittime". Dura è stata la contestazione contro le richieste di condanna formulate dai Sostituti Procuratori Armando Bosso e Carlo D'Onofrio a 3 anni e 4 mesi per Francesca Merola, 2 anni e 4 mesi per Anna Lucia Spina ed 1 anno ed 8 mesi per Valeria Eliseo con la concessione delle attenuanti generiche e l'esclusione dell'aggravante di aver commesso i fatti delittuosi contro i minori.

Le tre imputate difese dagli avvocati Giuseppe Stellato, Gennaro Ciero, Antonio Treppiccione e Angelo Santoro sono ritenute responsabili dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere di episodi sistematici di violenza psicologica e fisica nonché di gravi omissioni nella cura e nell'assistenza dei piccoli alunni generando in loro un perdurante stato di timore. Le indagini che le coinvolsero iniziarono nel settembre 2021 per poi concludersi nel febbraio 2022 a seguito di una denuncia di un genitore di una piccola alunna della scuola degli orrori che permisero di cristallizzare le atrocità perpetrate sui piccoli alunni. Da quanto ricostruito dagli inquirenti i bimbi venivano picchiati con schiaffi e pugni,presi per le orecchie o per i capelli, scaraventati a terra o buttati giù dalle brandine. Venivano imboccati con forza spesso tra conati di vomito e lasciati tra le feci ed urina per ore.

"I bambini dopo quanto subito stanno seguendo un percorso psicologico" è quanto emerso nel corso dell'udienza. "I nostri figli hanno gli incubi di notte o inappetenza o ancora si mettono faccia al muro con le mani sulla testa in silenzio e continuano a rivivere ciò che hanno subito - hanno ammesso i genitori delle piccole vittime - ogni volta che sentono il nome delle tre maestre piangono terrorizzati. È uno sforzo continuo far credere loro che quello che hanno passato non è la realtà. Noi abbiamo paura. Siamo tutti quanti preda di ansia. Ogni volta che li mandiamo a scuola abbiamo il terrore che subiscano di nuovo ciò che hanno subito. Noi vogliamo giustizia e quelle pene richieste sono ridicole. Meritano il carcere e non vogliamo credere che la passeranno liscia e se la caveranno con poco. Ciò che hanno rubato a noi ed ai nostri figli chi ce lo restituirá?".

Si torna in aula la fine del mese di ottobre per l'ulteriore discussione di un legale delle costituite parti civili e per la discussione dell'avvocato Angelo Santoro per Anna Lucia Spina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini picchiati all'asilo: "Piangono ancora e hanno incubi. Condanna esemplare per le maestre"
CasertaNews è in caricamento