rotate-mobile
Cronaca Marcianise

Baby gang torna a colpire: petardi contro le case

Nel mirino i portoni della abitazioni, i tombini e alcuni contenitori di plastica

Nonostante i deferimenti (ben 14) al Tribunale dei Minorenni ed il Daspo Urbano (disposto dalla Questura di Caserta) non si arresta la baby gang marcianisana di circa 30 persone perlopiù composta dai figli degli affiliati del clan Belforte e Musone. Scherno stavolta della baby gang sono stati edifici, portoni e contenitori della raccolta della plastica per le via le vie del centro storico quali via San Michele e via De Felice.

I baby teppisti con un range di età dai 13 ai 17 anni nella tarda serata hanno fatto esplodere nei tombini ed in prossimità di portoni dei botti magnum mefisto la cui vendita ed utilizzazione è vietata ai minori. Altro obiettivo dei baby teppisti i contenitori per la raccolta della plastica incendiati. Alcuni di loro avvistati sono stati messi in fuga da alcuni residenti esasperati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby gang torna a colpire: petardi contro le case

CasertaNews è in caricamento