rotate-mobile
Cronaca Aversa

Spezzaferri perde la causa contro il Comune: dovrà pagare 78mila euro

Respinta anche la richiesta di risarcimento di 272mila euro per il manto erboso ed il servizio di sicurezza attorno allo stadio

Giovanni Spezzaferri perde la causa intentata contro il Comune di Aversa che aveva notificato alla Aversa Normanna, società di calcio di cui era presidente, un decreto ingiuntivo per il pagamento di circa 78mila euro relativo alla fornitura di energia elettrica negli anni 2009-2016. 

E’ quanto messo nero su bianco dal giudice Annamaria Buffardo del tribunale civile di Napoli Nord nella sentenza 1971 del 2020. Inoltre è stata respinta anche la richiesta di risarcimento da parte della società calcistica presieduta dall’imprenditore normanno relativamente alle spese per la manutenzione ordinaria e straordinaria del manto erboso dello stadio nonché per la chiusura temporanea delle strade circostanti in occasione degli incontri di calcio per complessivi 272.026,66 euro, 

Accolte, dunque, le istanze del Comune di Aversa, rappresentato dagli Giuseppe Nerone e Domenico Pignetti. Il giudice ha affermato l’assoluta “infondatezza” delle pretese della società e l’errata interpretazione delle clausole convenzionali che escludeva “qualsiasi obbligo ed onere per l’Ente concedente e, viceversa, l’assunzione di ogni spesa per la gestione e manutenzione da parte della concessionaria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spezzaferri perde la causa contro il Comune: dovrà pagare 78mila euro

CasertaNews è in caricamento