menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terra dei fuochi, 117 roghi in un mese. Aumento ‘monstre’ di sequestri e denunce

A marzo 2021 sette roghi tossici in più rispetto allo stesso mese dello scorso anno

Nel mese di marzo 2021 sono lievemente aumentati i roghi di rifiuti nelle province di Caserta e Napoli, in particolare nei comuni ricadenti nella Terra dei Fuochi, rispetto al marzo dello scorso anno: in totale sono stati 117, di cui 16 nel casertano e 101 nel napoletano, a fronte di 110 roghi verificatisi nel marzo di un anno fa (26 nella provincia casertana, 84 in quella partenopea). Dal report mensile diffuso dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti nella regione Campania, emerge inoltre che il numero di roghi avvenuti a marzo nelle due province è di gran lunga superiore a quello dei due mesi precedenti (78 a gennaio, 72 a febbraio).

Il report dà conto anche del dato positivo relativo ai risultati delle operazioni interforze, Action Day, realizzate costantemente (due a settimana) nei comuni della Terra dei Fuochi: nel marzo appena trascorso infatti, le piccole e medie attività imprenditoriali sequestrate per reati ambientali sono state 21 (su 38 controllate), contro le quattro del marzo 2020, quando c’era il lockdown, e le cinque del marzo 2019; sono state inoltre denunciate, sempre per illeciti ambientali ma anche legati alla manodopera irregolare, 28 persone (sette nel marzo 2020), e sono stati prelevate dalla strada oltre 32 tonnellate di pneumatici abbandonati, mentre un anno fa erano state la metà (16 tonnellate).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento