“Quarantena per chi rientra dalle vacanze all’estero fino al test”

Il sindaco di Cesa scrive al governatore De Luca: “In attesa degli esiti del tampone, potrebbero andare in giro liberamente”

L’aumento dei contagi causato dai vacanzieri casertani che stanno rientrando dall’estero dove, è ormai evidente, le misure anti-Covid sono molto meno restrittive rispetto a quanto avviene in Italia, sta creando molta preoccupazione. Al punto che il sindaco di Cesa Enzo Guida ha deciso di scrivere una lettera al presidente della Regione Campania Vincenzo  De Luca, alla task force Unità di Crisi, all'Anci ed alla Prefettura di Caserta per avanzare una proposta concreta: tutti coloro che provengono dall'estero devono sottoporsi ad isolamento in attesa del test.

“Attualmente - spiega il primo cittadino che martedì ha ufficializzato altri 2 casi positivi al Covid-19 nel paese avellano - vi è solo l'obbligo di comunicare all'Asl di competenza l'arrivo in Italia e l'obbligo di sottoporsi al test. In attesa degli esiti, però, si potrebbe andare in giro liberamente. Dobbiamo evitare ciò, per ridurre il rischio contagio”. Guida sottolinea come, purtroppo, “in molti, soprattutto giovani, dal rientro dalle vacanze sono prelevati, al loro arrivo in Italia, dai genitori o da conoscenti ed è proprio in questa fase che può essere alto il rischio contagio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento