La gola profonda chiamata a testimoniare nel processo ai sindaci

Di Nardi dovrà comparire in aula dopo Scialdone

Alberto Di Nardi

Chiuso il contro-esame di Antonio Sciludone, ex direttore generale del Consorzio Rifiuti, toccherà alla gola profonda della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere Alberto Di Nardi testimoniare nella prossima udienza del processo nato dall’inchiesta Assopigliatutto che ha coinvolto l’imprenditore Luigi Imperadore della Termotetti, l’ex presidente della Provincia di Caserta nonché sindaco di Alvignano Angelo Di Costanzo, il dirigente del Comune di Casagiove Gaetano Rauso, l’ex sindaco di Piedimonte Matese Vincenzo Cappello, Vincenzo Franco di Alvignano.

L'indagine portò alla luce, in alcuni comuni del Casertano, l'esistenza di un vasto e corposo giro di appalti pubblici truccati in cambio di tangenti e mazzette nel settore della raccolta dei rifiuti; appalti che, come nel caso di Alvignano, comune retto da Di Costanzo, finivano sempre all'azienda operante nel settore ambientale Termotetti grazie a bandi cuciti ad hoc. Al centro delle contestazioni delle ipotesi delittuose di corruzione e di turbativa di gara vi sarebbero i presunti favori concessi dai politici di Terra di Lavoro e dagli amministratori comunali dell’Alto Casertano alla società “Termotetti”. Per i pubblici ministeri i bandi di gara venivano confezionati su misura per scoraggiare eventuali concorrenti del colosso del settore ambiente. Con una clausola specifica l’azienda doveva realizzare anche l’isola ecologica nei comuni in cui si accaparrava il servizio; la societa’ Termotetti, provenendo dal settore edile, poteva permettersi la realizzazione dell’opera a costi vantaggiosi e così la spuntava sugli altri concorrenti.

Nel collegio difensivo sono impegnata gli avvocati Giuseppe Stellato, Raffaele Crisileo, Vincenzo Iorio, Paolo Falco, Angelo Raucci, Vittorio Giaquinto, Luca Tornatore, Rosario Avenia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento