rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Orta di Atella

Truffa per il reddito di cittadinanza, il giudice assolve 45enne

Per conseguire il beneficio dello Stato omette di dichiarare la proprietà di un immobile

Assolta per particolare del fatto. E' quanto disposto dal giudice monocratico Stefania Amodeo del tribunale di Napoli Nord, nei confronti di A.S. 45enne di Orta di Atella finita sotto processo per omessa dichiarazione dei redditi al fine di percepire il reddito di cittadinanza.

Secondo quanto accertato dalla Procura normanna la 45enne, assistita dall'avvocato Pasquale Delisati, negli anni 2019-2020, al fine di ottenere il beneficio dello Stato per una somma complessiva di 15732,64 euro utilizzava una dichiarazione attestante dati falsi. In particolare ometteva di dichiarare il possesso  di un patrimonio immobiliare diverso dall'abitazione principale superiore quindi al tetto massimo di 3000 euro imposto per legge, per conseguire il beneficio.

La difesa ha fatto emergere che la donna risultava ancora intestataria dell'immobile insieme al suo ex marito che poi è stato oggetto di pignoramento. Non c'era quindi il dolo per il giudice monocratico che ha formulato l'assoluzione di A.S.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa per il reddito di cittadinanza, il giudice assolve 45enne

CasertaNews è in caricamento