rotate-mobile
Cronaca Teverola

Non versa gli assegni familiari ai dipendenti, assolto imprenditore

Al professionista nel settore delle minuterie metalliche veniva contestata l'appropriazione indebita

Assolto perchè il fatto non costituisce reato. E' stata questa la decisione del giudice monocratico Stefania Amodeo del tribunale di Napoli Nord nei confronti di R.T., 81enne di Teverola, imprenditore dell'omonima ditta di minuterie metalliche finito sotto processo per appropriazione indebita.

Secondo la ricostruzione della Procura normanna, l'81enne, assistito dall'avvocato Enzo Di Vaio, dal giugno 2016 al luglio 2017, si appropriava delle somme erogate dall'Inps a titolo di assegni familiari per due dipendenti, pur indicandole nelle rispettive buste paga non le erogava ai dipendenti.

Il legale ha fatto emergere l'assoluta mancanza di riscontri alle dichiarazioni rese dai denuncianti e che si poteva parlare di inadempimento contrattuale o mancato assolvimento degli obblighi fiscali non di certo di appropriazione indebita poichè l'imputato non si è appropriato dei beni dei lavoratori.

Tesi condivisa dal giudice monocratico che ha assolto R.T. perchè il fatto non costituisce reato. La Procura ha richiesto 2 anni e 6 mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non versa gli assegni familiari ai dipendenti, assolto imprenditore

CasertaNews è in caricamento