L'ex sindaco dopo l'assoluzione: "E' la fine di incubo dopo 3 anni molto duri"

Di Matteo: "Contento per la mia famiglia. Il carcere è un'esperienza che non auguro a nessuno"

L'ex sindaco di Teverola Dario Di Matteo

“Sono contento per la mia famiglia, perché sono stati 3 anni molto duri”. E’ il commento dell’ex sindaco di Teverola Dario Di Matteo dopo la sentenza del giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che lo ha assolto dall’accusa di corruzione nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti dei rifiuti nell’agro aversano ed a Vitulazio. “Ho sempre avuto grande fiducia nella giustizia e devo dire grazie al mio avvocato Carlo De Stavola, come uomo prima che come professionista”. Di Matteo rimase coinvolto nell’inchiesta dei carabinieri dopo le propalazioni dell’imprenditore-collaboratore della Dhi Alberto Di Nardi ed ha trascorso anche dei giorni rinchiuso in carcere. “Tornando dal tribunale sono passato proprio nei pressi della casa circondariale ed è stato come svegliarmi da un incubo. Io sapevo di essere innocente, ma sono stato costretti a dimostrarlo nelle sedi competenti. Sono stati anni difficili che non auguro a nessuno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento