False fatture, assolto imprenditore edile

Il gip del Tribunale di Napoli Nord ha accolto le tesi dell’avvocato difensore

Assolto M.D.C., imprenditore edile di Villa di Briano, dal reato di dichiarazione fraudolenta mediante l'uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti. A propendere per l'assoluzione dell’imprenditore dell’agro aversano, per non aver commesso il fatto, è stato il Gip del Tribunale di Napoli Nord che ha accolto la tesi difensiva dell'avvocato Enrico Iascone Maglieri. 

Il legale di M.D.C. ha evidenziato quanto il capo d'accusa ascritto al suo assistito ovvero aver detratto elementi negativi del reddito previo utilizzo di documenti emessi a fronte di operazioni inesistenti, provenisse dalla volorizzazione di elementi indiziari utilizzati nella procedura tributaria non riscontrati in ambito penale. 

Altro punto sottolineato dalla difesa é stato l'assenza di prove in riferimento alla sussistenza dell'elemento psicologico. Elementi incontrovertibili che hanno portato all'assoluzione del costruttore brianese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento