rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca Castel Volturno

Spilla soldi alla cognata ma il giudice lo grazia

Il 41enne era indagato per tentato furto, estorsione, lesioni personali, minacce ai danni della cognata

Assolto il pluripregiudicato Carmine Cerchia, 41enne di Castel Volturno, indagato per tentato furto, estorsione, lesioni personali, minacce ai danni della cognata. È quanto disposto dal giudice Pia Sordetti del Tribunale di Napoli Nord accogliendo la tesi difensiva del legale di Cerchia, l'avvocato Ferdinando Letizia, che ha dimostrato l'estraneità del suo assistito dai fatti contestatigli.

Secondo la ricostruzione della Procura normanna il 41enne castellano, residente a Calvizzano, si sarebbe reso responsabile di una serie di reati nei confronti della cognata consumatisi nel mese di maggio 2014. Cerchia quindi avrebbe frugato nella borsa della cognata in cerca di denaro; dietro minaccia di un male ingiusto per la vittima ed il figlio di quest'ultima avrebbe estorto 20 euro; l'avrebbe colpita alla schiena con un vaso di terracotta procurandole lesioni giudicate guaribili in 7 giorni. La difesa, poggiando sulle dichiarazioni degli altri familiari, ha evidenziato l'estraneità di Carmine Cerchia da quanto contestatigli, facendo propendere il giudice per l'assoluzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spilla soldi alla cognata ma il giudice lo grazia

CasertaNews è in caricamento