rotate-mobile
Cronaca Castel Volturno

L'artista che vive 'modellando rifiuti' crea scompiglio: raffica di segnalazioni al Comune

La donna vive in una discarica nonostante servizi sociali e polizia municipale cerchino di aiutarla

Una villa semi fatiscente adibita a discarica, 7 cani che vivono nutrendosi di topi utilizzando il letto della 'padrona' come cuccia, escrementi, sporco ed immondizia utilizzata come opera d'arte. È la triste storia dell'artista partenopea 78enne naturalizzata castellana che vive nel degrado più totale affetta da problemi mentali. Sono oramai tre anni che non assume più i farmaci prescritti e vive con i suoi 7 cani nella sporcizia utilizzando la propria villa di viale Granacci a Baia Verde come una discarica.

Dal giardino adibito a discarica preleva l'immondizia accumulata e la lavora come se fosse un'opera d'arte. Numerosi sono stati i tentativi dei servizi sociali del Comune di Castel Volturno e della polizia municipale di aiutare la 78enne. Ogni volta che i servizi sociali o il personale sanitario si reca in villa per cercare di prelevare i cani o fornire assistenza alla stessa, quest'ultima va in escandescenza o si denuda o minaccia di morte gli operatori. Più volte i servizi sociali hanno segnalato gli episodi ad un giudice tutelare senza alcun successo. La donna continua nella follia la propria esistenza col rischio di esser un pericolo per sé e per gli altri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'artista che vive 'modellando rifiuti' crea scompiglio: raffica di segnalazioni al Comune

CasertaNews è in caricamento