menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20110120193510_cosentino_nicola_ftv

20110120193510_cosentino_nicola_ftv

Cassazione boccia ricorso ex sottosegretario Nicola Cosentino: resta la sua 'pericolosita' sociale'

Caserta - Nuova bocciatura per Nicola Cosentino ex sottosegretario all'Economia e alle Finanze attualmente coordinatore Pdl in Campania. Il no al suo ricorso arriva dalla Cassazione che in una sentenza della seconda Sezione penale depositata oggi...

Nuova bocciatura per Nicola Cosentino ex sottosegretario all'Economia e alle Finanze attualmente coordinatore Pdl in Campania. Il no al suo ricorso arriva dalla Cassazione che in una sentenza della seconda Sezione penale depositata oggi respinge il ricorso presentato dai suoi difensori contro l'ordinanza del Tribunale di Napoli del 28 settembre 2010 che aveva disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di Cosentino, ritenendolo "gravemente indiziato del reato di concorso esterno nell'associazione camorristica nota come clan dei Casalesi".
Secondo i giudici della Suprema Corte, non è rilevante che le condotte contestate risalgano al 2004, mentre "l'intervenuto fallimento nel 2008 della Eco4 (società operante nel campo della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nella provincia di Caserta, ndr) e' stato ritenuto non indicativo del superamento del pericolo di recidiva, essendo già emersa dagli atti la mutevolezza delle forme sociali attraverso le quali le strategie della camorra casalese nel settore dei rifiuti venne perseguita". Non solo: "il comportamento politico di Cosentino a far tempo dal 2009 e le sue iniziative pubbliche di contrasto alla camorra sono state ritenute espressione di attivita' difensive, siccome Cosentino era già al corrente delle indagini, e comunque astratte"; mentre "il sopravvenuto arresto di tutti gli esponenti malavitosi con i quali, secondo l'accusa, Cosentino avrebbe contratto un debito di riconoscenza, è stato valutato e disatteso dal gip sull'assunto del coinvolgimento nella Eco4 era avvenuto mentre Francesco Bidognetti era già in carcere". Disattese, sempre secondo la sezione penale, le "modifiche delle meccaniche elettorali che renderebbero superflui i pretesi appoggi elettorali in quanto il sostegno dei Casalesi potrebbe servire a sostenere candidati indicati da Cosentino nelle competizioni minori aumentandone il peso politico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento