menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20110106051350_prontosoccorso

20110106051350_prontosoccorso

Muore 15enne colpito da botto inesploso, famiglia dona organi

San Felice a Cancello - Sei persone potranno vivere grazie al gesto d'amore della famiglia di Nello Renella, il quindicenne di San Felice a Cancello di cui ieri pomeriggio e' stata dichiarata la morte clinica per le gravissime conseguenze della...

Sei persone potranno vivere grazie al gesto d'amore della famiglia di Nello Renella, il quindicenne di San Felice a Cancello di cui ieri pomeriggio e' stata dichiarata la morte clinica per le gravissime conseguenze della deflagrazione di un botto inesploso che aveva provato ad accendere, insieme con alcuni amici, all'alba dell'1 gennaio.
Come sottolinea Barbara Leone, responsabile dell'area Comunicazione e formazione del Centro regionale trapianti, ''in un momento di dolore immenso come puo' essere la perdita di un figlio, la famiglia ha avuto la forza di pensare al prossimo donando gli organi del ragazzo, cosi' si e' riaccesa la speranza per quattro pazienti campani e due pazienti romani''
"Desidero esprimere, a nome mio personale e di tutta la comunità campana, la vicinanza ai familiari del ragazzo che a Capodanno ha perso la vita a causa di fuochi inesplosi. E' encomiabile la forza d'animo dei genitori che, pur nel grande dolore del terribile dramma che li ha colpiti, hanno voluto donare gli organi del figlio".

Così il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro commenta la decisione assunta dai genitori del quindicenne di San Felice a Cancello, per effetto della quale a 4 pazienti campani e 2 romani sono stati trapiantati gli organi.
"Il mio apprezzamento va altresì a tutte le strutture, dal Centro regionale Trapianti a quello interregionale, dal Coordinamento Prelievi e dal Nucleo operativo alla Rianimazione dell'ospedale di Caserta, ed alle aziende ospedaliere Monaldi-Cotugno-Cto, Cardarelli, San Giovanni di Dio e Umberto I di Roma, che, con tempismo e grande professionalità, hanno realizzato i vari interventi", conclude il presidente Caldoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento