menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpresi mentre trasportavano rifiuti speciali nel parco regionale del Matese, 2 persone nei guai

Piedimonte Matese - Blitz dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese contro il devastante fenomeno dello smaltimento illecito di rifiuti pericolosi per la salute pubblica è più in generale contro l'inquinamento ambientale. Questa mattina...

Blitz dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese contro il devastante fenomeno dello smaltimento illecito di rifiuti pericolosi per la salute pubblica è più in generale contro l'inquinamento ambientale. Questa mattina all'alba una pattuglia di militari della Stazione di Prata Sannita, ha intercettato nella periferia del comune di Pratella, in pieno Parco del Matese, un camion che trasportava circa dieci quintali di rifiuti speciali anche di tipo pericoloso. Pneumatici ed elettrodomestici in disuso, batterie, fusti e filtri di olio motore esausti, reti metalliche ed altri rottami ferrosi altamente inquinanti. I responsabili, I.A., 30enne, e F.C., 22enne, entrambi di origine rumena e provenienti dai campi nomadi dell'hinterland napoletano, sprovvisti di qualsiasi autorizzazione relativa alla gestione, allo smaltimento e al trasporto dei rifiuti, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Sulla provenienza e la destinazione del mezzo con il pericoloso carico, finiti sotto sequestro, sono ora in corso ulteriori indagini. Dall'inizio del 2010, i Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese hanno eseguito nell'ambito dei servizi predisposti per contrastare i fenomeni di inquinamento ambientale con particolare riferimento alle zone del Parco Regionale del Matese, protette da severi vincoli paesaggistici, oltre 40 denunce a piede libero, per reati per i quali fino al 31 dicembre 2009 era previsto l'arresto in flagranza, sono stati sottoposti a sequestro circa 70 quintali di rifiuti speciali anche di tipo pericoloso, altamente tossici ed inquinanti, ben 11 mezzi, tra camion e furgoni utilizzati per il trasporto illegale, 6 discariche abusive ove venivano depositate decine di tonnellate di rifiuti, e inoltre sono stati scoperti 8 sversamenti abusivi che inquinavano il fiume Volturno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento