menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti in abitazione, coppia di immigrati finisce in manette durante un blitz dei carabinieri

Piedimonte Matese - Sono stati sorpresi nei pressi di alcune abitazioni isolate del capoluogo matesino, mentre erano intenti a portare a segno qualche furto, si tratta di due immigrati di origine marocchina Lucky Erdovia, 26enne, e Collins Godwin...

Sono stati sorpresi nei pressi di alcune abitazioni isolate del capoluogo matesino, mentre erano intenti a portare a segno qualche furto, si tratta di due immigrati di origine marocchina Lucky Erdovia, 26enne, e Collins Godwin, 22enne. A procedere al loro arresto sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile impegnati in un servizio anticrimine finalizzato proprio a contrastare i reati di maggior allarme sociale. Le manette sono scattate nei confronti dei due, che alla vista dei militari hanno anche tentato una inutile fuga. Entrambi, da oltre due anni colpiti da un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale, sono finiti nelle camere di sicurezza dell'Arma dove restano a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Di assoluto rilievo le operazioni contro questo tipo di allarmante criminalità eseguite nel 2010 dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese. L'11 febbraio scorso, finisce in carcere una intera banda di pregiudicati di origine slava, in tutto quattro persone specializzate nei furti in abitazione arrestati nella zona di Prata Sannita. Il successivo 14 febbraio altra operazione con tre nomadi arrestati per furto e il successivo 24 febbraio il clamoroso recupero della refurtiva riguardante oggetti sacri spariti dalla chiesa di San Marcello di Piedimonte Matese. Altri tre arresti di pregiudicati di origine "rom" la mattina del 27 marzo, sempre per furto aggravato. Il successivo 5 giugno, altri tre "rom" vengono arrestati nella zona di Prata Sannita mentre rubavano in un fondo privato. L'8 giugno altro recupero di refurtiva riguardante quadri di valore spariti da un'abitazione di Piedimonte Matese. La notte del 18 giugno un pregiudicato di Venafro finisce in manette per il furto di oltre 150 litri di gasolio asportati da un'azienda agricola di Ciorlano. Ancora due pregiudicati mentre stanno compiendo un furto all'interno di un'abitazione vengono arrestati dai Carabinieri ad Alvignano la sera del 24 agosto. Segue la cattura di due banditi che a mano armata, il pomeriggio del 17 settembre, avevano assaltato un distributore di benzina nella zona di Ailano, per finire poi all'arresto di altri due pregiudicati, di origine slava, mentre asportavano oltre un quintale di rame da un deposito di Prata Sannita la mattina del 6 ottobre scorso. Queste solo alcune delle più recenti e importanti operazioni portate a segno dai Carabinieri di Piedimonte Matese che intensificheranno ulteriormente il loro impegno nella lotta alla criminalità con particolare riferimento al prossimo periodo delle festività natalizie e di fine anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento