menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101104062257_tortorano_gianfranco

20101104062257_tortorano_gianfranco

Consorzio Rifiuti, Tortorano interdetto da professione di commercialista

Caserta - La Guardia di Finanza ha notificato al dottor Gianfranco Tortorano, commissario liquidatore del Consorzio Unico di Bacino per la raccolta dei rifiuti delle province di Napoli e Caserta, un'ordinanza di applicazione della misura...

La Guardia di Finanza ha notificato al dottor Gianfranco Tortorano, commissario liquidatore del Consorzio Unico di Bacino per la raccolta dei rifiuti delle province di Napoli e Caserta, un'ordinanza di applicazione della misura interdittiva del divieto di esercizio della professione di dottore commercialista, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica - sezione reati di criminalità economica.
Il provvedimento è relativo all'attività di Tortorano quale liquidatore giudiziale della società Finpa Srl, nomina ricevuta dal tribunale di Napoli il 21 novembre del 2007. Ma i suoi effetti ricadranno anche sull'attività svolta al Consorzio di bacino al quale per conoscenza la misura è stata notificata. Sarà il Consorzio poi a decidere di conseguenza, posto che fino a quando vige la misura (potrebbe revocarla il Riesame) Tortorano non è in grado di svolgere le sue funzioni. I soci della Finpa hanno segnalato numerose anomalie poste in essere dal liquidatore nello svolgimento dei suoi compiti. Gli accertamenti effettuati dagli investigatori hanno accertato - si legge nella nota della procura - ''che il liquidatore aveva gestito la citata società in modo disinvolto, appropriandosi personalmente d'ingenti somme di denaro quali compensi, non proporzionati alle attività effettivamente svolte e distribuendo, nel giro di pochi mesi, a terzi professionisti da lui incaricati rilevanti importi di denaro, svuotando di fatto le casse della società in liquidazione''. Tra gli incarichi affidati a terzi anche quelli demandati alla moglie dello stesso liquidatore e ai suoi collaboratori di studio, spesso rivelatisi inutili. Il danno patrimoniale stimato per la Finpa è di circa un milione di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento