menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101102160154_CC

20101102160154_CC

sotto sequestro due quintali di rifiuti speciali

Piedimonte Matese - Controlli a tappeto dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, predisposti dal Capitano Salvatore Vitiello, sono stati attuati in tutti i comuni del comprensorio matesino al fine di contrastare fenomeni di...

Controlli a tappeto dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, predisposti dal Capitano Salvatore Vitiello, sono stati attuati in tutti i comuni del comprensorio matesino al fine di contrastare fenomeni di microcriminalità e di illegalità. Tali controlli intensificati anche per la concomitanza con la giornata dedicata alla commemorazione dei defunti che come sempre vede l'affluenza di un numero considerevole di visitatori, ha impegnato le pattuglie delle varie Stazioni e del Nucleo Operativo e Radiomobile. Nel corso delle attività, nei pressi dei cimiteri di Piedimonte, Alife, Alvignano, Dragoni e Ailano, sono stati controllati alcuni extracomunitari che si aggiravano con fare sospetto. Sei di questi, tre di origine marocchina, S.R. 29enne, E.L. 34enne, R.A. 30enne, e tre di origine egiziana, I.A. 27enne, A.S. 28enne ed M.M. 21enne, sono stati fermati ed accompagnati in caserma in quanto tutti privi di regolare permesso di soggiorno. Nei loro confronti è scattata una denuncia alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato. Ad Alife, C.B., 29enne, N.C., 33enne, ed S.T., 30enne, tutti di origine rumena e provenienti dall'hinterland napoletano, sono stati intercettati a bordo di un camion che trasportava oltre due quintali di rifiuti speciali consistenti in elettrodomestici in disuso, batterie, fusti e filtri di olio motore esausti, reti metalliche e altri rottami ferrosi altamente inquinanti. Per i tre è scattata una denuncia per trasporto e smaltimento illecito di rifiuti con il sequestro del mezzo e del pericoloso carico. Ancora ad Alife, una giovane donna, G.D., 21enne del posto, è stata invece denunciata all'Autorità Giudiziaria perché resasi responsabile dell'occupazione abusiva di un appartamento di proprietà dell'Istituto Autonomo Case Popolari. Sempre ad Alife, nei confronti di A.N., 23enne del luogo, è scattata una proposta per la misura di prevenzione dell'Avviso Orale di Pubblica Sicurezza a seguito dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti di cui si è reso responsabile nel recente passato. A carico di D.N., 26enne, e G.G. 56enne, entrambi di Piedimonte Matese, rispettivamente conducente e proprietario di un'autovettura Alfa 147, la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, a seguito di una informativa inviata dalla Stazione Carabinieri di Capua, ha emesso un decreto di sequestro relativo a contrassegno e polizza assicurativa, relativi al predetto veicolo, palesemente falsificati. Infine, nella periferia di Gioia Sannitica, i Carabinieri hanno anche rinvenuto un'autovettura Fiat Seicento Sporting, denunciata rubata da un giovane studente beneventano, il 28 ottobre scorso a Cerreto Sannita. Il veicolo è stato recuperato e restituito al legittimo proprietario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento