menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101026164925_carabinieri

20101026164925_carabinieri

'Lottizzazione abusiva', Procura sequestra 150 appartamenti ad orta di Atella

Orta di Atella - Questa mattina i Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa hanno dato esecuzione all'ordinanza con la quale il GIP di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta dell'Ufficio di Procura di S.Maria Capua Vetere, ha disposto il...

Questa mattina i Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa hanno dato esecuzione all'ordinanza con la quale il GIP di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta dell'Ufficio di Procura di S.Maria Capua Vetere, ha disposto il sequestro preventivo di una serie di terreni e immobili siti in Orta di Atella (contrada Astragata), oggetto di una vasta attività di lottizzazione abusiva.

L'indagine culminata nel provvedimento ablativo suddetto è iniziata nel mese di marzo di quest'anno, ad opera dei C.C. di Orta di Atella, coordinati dalla Procura della Repubblica di Santa Maria C.V., e si è giovata, tra l'altro, degli esiti di una corposa consulenza tecnica."La lottizzazione abusiva" - spiega una nota della procura sammaritana a firma del procuratore Aggiunto Raffaella Capasso, "che ha determinato opere di trasformazione urbanistica del territorio in violazione delle prescrizioni degli strumenti urbanistici" - sarebbe stata realizzata da tre imprese di costruzioni, la ITAL Group srl, la POLAR Costruzioni spa e l'ARCHEDIL Costruzioni srl, i cui titolari hanno edificato in virtù di provvedimenti illegittimamente rilasciati da funzionari compiacenti del Comune di Orta di Atella: i titoli abilitativi avrebbero autorizzato interventi diretti dei privati in zone prive di opere di urbanizzazione primaria (rete fognaria, viaria, idrica), e sono stati rilasciati in assenza di piani attuativi e di piani di lottizzazione, necessari invece per il tipo di intervento realizzato in quella zona".
"I complessi edilizi - continua la nota - oggetto del sequestro sono costituiti da circa centocinquanta unità abitative, di cui alcune già vendute e altre - la maggior parte - ancora invendute e intestate tuttora alle società committenti POLAR Costruzioni e ARCHEDIL Costruzioni.Il sequestro preventivo si è reso necessario anche per evitare che la libera disponibilità degli appartamenti da parte delle società che hanno posto in essere la lottizzazione abusiva finisca per aggravare o protrarre le conseguenze dei reati accertati finora (abusi edilizio e abusi di ufficio) e, in particolare, per scongiurare ai futuri terzi interessati il pericolo di acquistare appartamenti facenti parte di una lottizzazione abusiva, con conseguente potenziale rischio di danno economico per gli stessi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento