menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La sicurezza non deve distruggere la libert

Caserta - "Viviamo anni cupi per la libertà, ove sacrificare quest'ultima conquistata con il sacrificio di numerose lotte è divenuto pane quotidiano per forze politiche che hanno fatto della propaganda populista e qualunquista la loro carta da...

"Viviamo anni cupi per la libertà, ove sacrificare quest'ultima conquistata con il sacrificio di numerose lotte è divenuto pane quotidiano per forze politiche che hanno fatto della propaganda populista e qualunquista la loro carta da gioco.
Siamo invasi dall'emergenza sicurezza che a nostra avviso è stata creata a tavolino solo per arricchire e potenziare il potere della casta politica nelle decisioni sulle nostre esistenze. Questo è quello che sta accadendo a Caserta ove il consiglio comunale ha deciso di spendere 900.000 euro dei contribuenti per installare 85 telecamere che finiranno per eliminare la privacy dei cittadini casertani.
Riteniamo questo metodo di gestione autoritario ed invasivo complice una cultura della paura e della non tolleranza.A Caserta si discute anche di introdurre nella gestione della sicurezza della città i militari. Noi amanti della libertà e della responsabilità ci domandiamo quando i cittadini si renderanno conto che ciò è pericolosissimo da grande fratello, pericoloso per la nostra libertà e le nostre intime vite. Riteniamo che la decisione di tale scelta vada affidata ai cittadini e ai quartieri di questa città soprattutto se luogo di installazione delle telecamere sono anche gli istituti scolastici. Il nostro è un 'appello che rivolgiamo alla cittadinanza tutta e alle forze politiche che ancora conservano un briciolo di liberalità. Non permettiamo a certe istituzioni politiche di controllarci totalmente, in gioco vi è il futuro, un futuro che vogliamo libero e responsabile.
Paranoia e totalitarismo sono strettamente connessi e in questo preciso contesto storico-sociale controllo e sicurezza sono casi di emiplagia patologica."


Primi Firmatari: Domenico Letizia, Segretario Ass. Luca Coscioni CasertaAntonio D'Addiego, Studente e Militante della Luca Coscioni CasertaFrancesco Giaquinto, Presidente dell'Associazione Radicale "Legalità e Trasparenza" di CasertaGianroberto Zampella, Tesoriere della Luca Coscioni Caserta, membro Comitato "No alle Cave Cementir"Luca Bove, Segretario Ass. Radicale "Legalità e Trasparenza" di CasertaLuigi Corvaglia , Psicoteraupeuta, saggiusta e studioso di Psicologia PoliticaJosef Ferraro, ex candidato alle provinciali per la lista VerdiErminio Zona, ex candidato alle regionali per la lista Bonino - PannellaSalvatore Antonaci, Movimento Libertario LecceLeonardo Facco, Amministatore Delegato del Movimento Libertario Gionni Antonini, Clan Libertario MarcheFabio Massimo Nicosia, avvocato amministativo, giurista, e teorico del diritto e della politicaNereo Villa, Cantautore e Saggista

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Muore col Covid. “Aveva ancora una vita da godere”

  • Cronaca

    Rissa in ospedale, direttissima per i 3 arrestati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento