menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100911081816_est12

20100911081816_est12

Imprenditore edile minacciato e malmentato da due estrosori: arrestati

Sant'Arpino - Si era rifiutato di cedere alle richieste del clan, per questo due affiliati del clan lo stavano malmenando nel suo cantiere. È stato salvato dai carabinieri un imprenditore di Sant'Arpino, comune dell'agro aversano confinante con il...

Si era rifiutato di cedere alle richieste del clan, per questo due affiliati del clan lo stavano malmenando nel suo cantiere. È stato salvato dai carabinieri un imprenditore di Sant'Arpino, comune dell'agro aversano confinante con il napoletano. Gli arrestati, Vincenzo Verde, di 44 anni, di Grumo Nevano e Nicola Russo, di 41 anni, entrambi indagati in passato perché accusati di associazione per delinquere di tipo camorristico, risultano affiliati al clan Ranucci-Petito, operante a Sant'Antimo, comune del napoletano poco distante da Sant'Arpino.
I carabinieri, che hanno intensificato i controlli sui cantieri proprio per contrastare le attività estorsive non solo dei Casalesi ma anche di organizzazioni del Napoletano, sono riusciti a bloccare i due proprio durante la colluttazione con l'imprenditore. Quest'ultimo è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso dell'ospedale di Aversa. I carabinieri di Aversa stanno ora indagando per accertare se i due arrestati siano responsabili di altre estorsioni ai danni di imprenditori e commercianti della zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento