menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpresi a bordo di un furgone rubato, arrestati due pregiudicati

Alvignano - Nel corso di un servizio anticrimine predisposto dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, due pregiudicati sono finiti in manette perché sorpresi a bordo di un furgone rubato. Gli arresti sono stati eseguiti nella tarda serata...

Nel corso di un servizio anticrimine predisposto dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, due pregiudicati sono finiti in manette perché sorpresi a bordo di un furgone rubato. Gli arresti sono stati eseguiti nella tarda serata, quando militari della Stazione di Alvignano e del Nucleo Radiomobile, hanno sorpreso a bordo di un furgone Fiat Iveco due pregiudicati di origine rumena, i quali si aggiravano nei pressi di alcune abitazioni isolate, abitate prevalentemente da persone anziane, in località "Briccio" di Alvignano. Gli accertamenti eseguiti tramite la Banca Dati delle Forze di Polizia, hanno fatto subito emergere che i due avevano precedenti per vari reati e che il furgone risultava essere stato rubato ad un commerciante della provincia di Roma. Per i Carabinieri non ci sono dubbi che i due fossero in procinto di portare a segno qualche "colpo" proprio ai danni di abitazioni isolate, probabilmente abitate da anziani, sempre più spesso vittime prescelte da malviventi senza scrupoli. Ma questa volta sulla loro strada hanno trovato i Carabinieri e al posto di gioielli ed oggetti preziosi da saccheggiare, un bel paio di robuste manette. Così, con l'accusa di ricettazione e riciclaggio sono finiti in carcere Valentin Culea, 25enne e Alexandru Florin, 26enne, provenienti entrambi dai campi nomadi dell'hinterland napoletano. Il furgone rubato è stato sottoposto a sequestro in attesa di essere restituito al legittimo proprietario. Le indagini comunque non sono concluse, infatti i militari stanno cercando di accertare l'eventuale coinvolgimento dei due malviventi in furti o rapine commesse ai danni di abitazioni o attività commerciali, oltre che nel territorio casertano, anche nelle province limitrofe di Benevento, Campobasso e Isernia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento