menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100810083147_opgaversa

20100810083147_opgaversa

All'Opg muore detenuto ed refrigerato per 2 giorni con ventilatore

Aversa - Storie di ordinaria miseria umana ad Aversa. Un detenuto muore d'infarto ma i parenti non hanno i soldi per celebrare i funerali, così lasciano il cadavere in carcere, dove il corpo viene refrigerato per due giorni solo con un ventilatore...

Storie di ordinaria miseria umana ad Aversa. Un detenuto muore d'infarto ma i parenti non hanno i soldi per celebrare i funerali, così lasciano il cadavere in carcere, dove il corpo viene refrigerato per due giorni solo con un ventilatore. E' accaduto nell'ufficio di sorveglianza dell'ospedale psichiatrico giudiziario (opg) di Aversa.A denunciare la notizia è stata l'Osapp, l'Organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria. "I familiari, non avendo disponibilità economica per prelevare la salma e celebrare il rito funebre, lo hanno lasciato nell'istituto", precisa il segretario generale del sindacato, Leo Beneduci.
"All'opg di Aversa non c'è una sala mortuaria e così il corpo è stato sistemato nell'ufficio di sorveglianza generale, dove lavora l'ispettore", aggiunge Beneduci."Per raffreddarlo è stato usato un ventilatore, ma naturalmente non è che abbia funzionato molto, si può immaginare l'odore, l'ispettore non è più entrato nel suo ufficio", conclude Beneduci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento