menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100807073428_sequestrata

20100807073428_sequestrata

Vasta operazione anticrimine_: arresti, denunce e sequestri

Piedimonte Matese - Una vasta operazione anticrimine dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese èscattata alle prime luci dell'alba, il bilancio è di cinque persone arrestate, un pregiudicatofermato e allontanato con "foglio di via" e...

Una vasta operazione anticrimine dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese èscattata alle prime luci dell'alba, il bilancio è di cinque persone arrestate, un pregiudicatofermato e allontanato con "foglio di via" e una persona denunciata per lesioni personali epossesso di un coltello a serramanico, finito sotto sequestro come arma illegale. L'obiettivoprincipale delle attività era quello di contrastare vari fenomeni di criminalità, in particolarereati contro il patrimonio e la persona come rapine e furti, che creano maggior allarmenella popolazione e che tendono ad aumentare proprio durante il periodo estivo. I militaridelle Stazioni di Alife, Prata Sannita, Alvignano, San Gregorio e Piedimonte Matese, incollaborazione con quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno setacciato palmoa palmo le periferie e i centri abitati dei comuni del comprensorio matesino e dei territorilimitrofi, traendo in arresto in flagranza di reato cinque persone, Manar Karsdi, 28enne,e Meher Garcelleoui, 26enne, entrambi di origine tunisina, Maaza Amar, 23enne, AmjadUsman, 22enne e Qaisar Zaman, 29enne, di origine pakistana. A loro carico numerosiprecedenti per furto e altri reati contro il patrimonio e la persona, nonché una ordinanzadi espulsione dal territorio nazionale. I cinque arrestati sono stati tutti trasferiti presso laCasa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Una misura di prevenzione che prevede ilfoglio di via obbligatorio con divieto di ritorno per la durata di tre anni è scattata invece neiconfronti di D.A., 30enne di origine rumena, proveniente dai campi nomadi dell'hinterlandnapoletano, con numerosi precedenti per furto. I militari lo hanno sorpreso nel centro abitatodi Alvignano, il pregiudicato non ha saputo fornire una valida giustificazione sulla suapresenza nel territorio matesino, così con il sospetto che lo stesso avesse intenzione di portarea compimento qualche "colpo" nella zona, è stato fermato ed accompagnato in caserma dovegli è stato notificato il provvedimento di polizia. Infine a Piedimonte Matese, in via MonteMuto, per futili motivi si è scatenata una violenta lite familiare, tra padre e figlio, V.C. 65ennee V.C. 28enne, durante la quale è spuntato anche un coltello a serramanico della lunghezzadi oltre 30 centimetri, con il quale il figlio ha riportato una lieve ferita da taglio alla gambadestra. L'arma è stata sottoposta a sequestro dai militari che prontamente intervenuti hannoevitato che la lite si trasformasse in tragedia, nei confronti del 65enne è scattata una denunciaalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per lesioni personali, minacciaaggravata e porto illegale di armi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento