menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100804072251_118_ambulanza

20100804072251_118_ambulanza

Quarantaseienne si lancia da secondo piano a San Nicola La Strada. Soffriva di disturbi depressivi

San Nicola la Strada - STRADA - Un uomo di 46 anni con problemi depressivi si è lanciato ieri mattina dallafinestra della sua abitazione al secondo piano. L'episodio è avvenuto in Via XX Settembre nr. 153, lastrada principale che porta...

STRADA - Un uomo di 46 anni con problemi depressivi si è lanciato ieri mattina dallafinestra della sua abitazione al secondo piano. L'episodio è avvenuto in Via XX Settembre nr. 153, lastrada principale che porta direttamente nel centrostorico cittadino. L'intervento dei soccorsi è statoinutile, l'uomo è morto subito dopo l'impatto con il suolo. A lanciarsi nel vuoto da un'altezza di circa 6metri è Di Clemente Andrea di San Nicola La Strada, classe 1964. L'uomo, che abitava al secondopiano di un'abitazione situata all'interno di una corte sita in via XX Settembre n. 153, era celibe e vivevada solo, anche se la sua fidanzata, una giovane donna originaria dei paesi dell'est, lo andava a trovarespesso. Di Clemente non aveva un lavoro fisso e questo, forse, potrebbe essere alla base della suadecisione di farla finita. Lavorava dovunque capitava, ultimamente faceva il muratore ed in passato halavorato anche per conto di un noto costruttore edile cittadino che sta edificando numerose abitazioninella zona Saint Gobain. A dare l'allarme sono stati gli altri abitanti della corte che hanno sentito untonfo sordo ed un grido. Accorsi fuori dalle loro abitazioni, hanno visto sull'asfalto il corpo delquarantaseienne ed hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Sul posto si è subito precipitataun'ambulanza del 118, ma i paramedici non hanno potuto fare altro che constatarne l'avvenutodecesso. È poi sopraggiunta una pattuglia della Polizia di Stato ed una della locale stazione deiCarabinieri, comandata dal Luogotenente Pio Marino. È stato immediatamente avvisato anche ilmagistrato di turno alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, il quale ascoltata larelazione delle Forze dell'Ordine, ha disposto la rimozione del corpo e l'invio presso presso l'OspedaleCivile di Caserta, dove, oggi presumibilmente, verrò effettuata l'autopsia anche per accertare se ci sianotraccie di alcool o sostanze stupefacenti. Il suicidio è in genere il risultato di motivazioni multiple ecomplesse. I principali fattori causali sono rappresentati da disturbi mentali (depressione in primoluogo), fattori sociali (delusioni e perdite), anomalie di personalità (impulsività e aggressività) e disturbifisici. In città negli anni scorsi sono stati registrati diversi suicidi ma non si conoscono le cause delcosiddetto "mal di vivere". Sembra che l'uomo non abbia lasciato nessun biglietto per giustificare il suoinsano e tragico gesto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

  • Cronaca

    Cocktail, birre e assembramenti: chiuso noto locale della movida

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento